News/Wine&Food

Friuli Venezia Giulia: il bello della vendemmia 2016

23 Set 2016
Friuli Venezia Giulia: il bello della vendemmia 2016

In Friuli Venezia Giulia il bello della vendemmia 2016 è fatto di tanti elementi: dal clima favorevole di Settembre alla qualità straordinaria delle uve.

La vendemmia 2016 è più che positiva per le Donne del Vino del Friuli Venezia Giulia: dalle diverse zone Doc – dall’altipiano carsico alla zona collinare per arrivare in pianura – si preannuncia un’annata addirittura migliore della tanto acclamata 2015. In linea generale, a parte il periodo di piogge e le temperature rigide registrate nei mesi primaverili, ci si è poi attestati su un andamento estivo molto costante che ha regalato uno sviluppo equilibrato del frutto della vite. La vendemmia quasi ovunque ha preso avvio nella tarda seconda metà di Agosto ed in molti casi è ancora in corso e lo sarà fino a fine Settembre ed inizio Ottobre, visto il bel tempo che ci sta regalando questo inizio d’Autunno. Abbiamo chiesto oggi, al 23 Settembre 2016, ad alcune produttrici di raccontarci come hanno vissuto e stanno vivendo questo periodo dell’anno così intenso ed importante.

Mirella Della Valle dell’Azienda Agricola Castelvecchio (Sagrado)
“Ad oggi abbiamo raccolto le uve bianche di Traminer, Malvasia, Pinot Grigio, Sauvignon, Chardonnay e Vitovska che ci hanno dato una bella soddisfazione dal punto di vista qualitativo, anche se la quantità è leggermente inferiore agli anni scorsi. Riteniamo che il 2016 sarà un’annata davvero ottima per i nostri vini rossi: non abbiamo ancora raccolto le uve rosse di Cabernet Sauvignon, Cabernet Franc e Terrano, ma ad oggi le uve sono davvero bellissime, con acini radi che stanno godendo di questo sole di Settembre. Puntiamo molto sul nostro autoctono Terrano, da vinificare anche secondo stili diversi per palati diversi: dal Terrano più complesso e ricco la cui uva ha subito un leggero appassimento al Terrano senza bisolfiti da bere giovane e fresco. Nei prossimi giorni terremo monitorata costantemente la situazione per valutare il momento migliore per procedere alla vendemmia delle uve rosse.”

Uve di Cabernet Franc a Castelvecchio

Uve di Cabernet Franc a Castelvecchio

Sabrina Savorgnan Di BrazzàAzienda Agricola Borc da Vila (Romans d’Isonzo)
“La 2016 è una buona annata, anche se i mesi di maggio e giugno sono stati complicati per chi, come noi, è a regime biologico. Le tante piogge di primavera ed inizio estate, in alcuni casi, hanno generato una diminuzione di produzione. Noi siamo stati fortunati e l’annata non è stata compromessa. Al momento il 2016 sembra addirittura un’annata migliore alla 2015, poiché l’andamento delle temperature estive è stato costante e senza picchi di calore, aggirandosi su temperature di 30/33 gradi. Il periodo compreso tra fine Agosto e Settembre è stato particolarmente benevolo, ed anzi stiamo assistendo ad uno splendido Settembre: questo clima asciutto e soleggiato evita il pericolo di botrite in vigna. In complesso, ad oggi possiamo dire che è stata un’annata abbastanza equilibrata.
In Agosto abbiamo iniziato con la raccolta del Pinot Nero, per poi passare alle uve bianche Pinot Bianco, Pinot Grigio, Sauvignon, Friulano e Malvasia. In questi giorni stiamo completando la raccolta delle uve rosse, Merlot, Cabernet Franc e Carmenere per poi vendemmiare nei prossimi giorni anche il Refosco dal peduncolo rosso.”

Antonella Cantarutti dell’Azienda Agricola Cantarutti (San Giovanni al Natisone)
“Abbiamo già concluso la vendemmia sia delle uve bianche che di quelle rosse. E’ un’annata molto buona, solo leggermente inferiore in quantità, viste le piogge ed il clima freddo primaverile che hanno ritardato la fioritura. Abbiamo riscontrato delle uve davvero perfette, con valori analitici ideali: buona acidità e ph e gradazione leggermente al di sopra della media. Abbiamo iniziato la raccolta il 23 agosto e terminato interno al 15 Settembre, portando in cantina le uve di Pinot Grigio, Friulano, Ribolla Gialla, Sauvignon e poi le uve rosse. E’ un mese di Settembre davvero splendido dal punto di vista del clima e delle temperature, ma abbiamo scelto di raccogliere anche le uve rosse come il Pignolo perché i valori analitici erano ideali per le nostre esigenze già intorno al 10 Settembre. Ogni azienda deve operare delle scelte in base al suo stile e ai suoi mercati di riferimento: vini troppo ricchi, magari con uve che hanno subito un appassimento, non sono apprezzati da tutti i mercati, quindi è importante fare scelte in base alla propria visione aziendale a seconda dell’annata.”

Elisabetta Foffani dell’Azienda Agricola Foffani (Clauiano)
“Abbiamo quasi finito la raccolta delle uve, e la vendemmia è partita nel migliore dei modi, con un ottimo raccolto del Pinot Grigio. La nostra azienda punta quasi esclusivamente sui vini bianchi, e quest’anno si conferma una buona annata per quantità e qualità. Certo, noi diciamo sempre che produrre un vino è come fare uno slalom: ogni paletto è importante ed il risultato si può avere solo se si arriva in fondo alla gara! Questo per dire che ad oggi non possiamo giudicare in toto l’annata 2016, che si paleserà mano a mano nel corso dei prossimi mesi. Dopo la raccolta del Pinot Grigio, abbiamo vendemmiato le uve di Sauvignon, Friulano, Chardonnay, Merlot (che noi vinifichiamo in bianco) ed ora attendiamo il momento giusto per raccogliere anche le uve rosse di Refosco dal peduncolo rosso. In generale i valori analitici sono davvero molto buoni, con gradazioni naturalmente alte, quindi uve in splendida forma!”

Uve di Sauvignon in Friuli Venezia Giulia

Uve di Sauvignon in Friuli Venezia Giulia

Luisa Menini dell’Azienda Agricola Borgo delle Oche (Valvasone)
“Quest’anno abbiamo incominciato a vendemmiare più tardi rispetto agli ultimi anni, avviando la raccolta delle basi spumante a fine Agosto. Le condizioni climatiche del mese di Giugno, contraddistinto da temperature più basse della media, hanno ritardato la fioritura in vigna. Tra fine agosto e Settembre, invece, stiamo vivendo dal punto di vista climatico un periodo fortunato con temperature ideali. Dopo le basi spumante, abbiamo raccolto, da inizio Settembre e nella prima metà del mese, il Pinot Grigio, lo Chardonnay, il Traminer ed il Friulano. Ora siamo in attesa di vendemmiare le uve rosse – Refosco dal peduncolo rosso e Merlot – ed effettuiamo costantemente le analisi. Rispetto all’annata 2015, abbiamo avuto un leggero calo in quantità, anche perché abbiamo ridotto al minimo i preparati di sintesi, e ci avvaliamo del protocollo della lotta integrata, utilizzando poltiglia bordolese e rame e le trappole biologiche con rilascio di feromoni contro la tignola.”

Elena Roppa
Delegazione Donne del Vino Friuli Venezia Giulia

Scroll