News/Wine&Food

Festa delle Donne del vino 2017 in Piemonte

27 Feb 2017
Festa delle Donne del vino 2017 in Piemonte

Festa delle Donne del Vino 2017 anche il Piemonte sabato 4 marzo, un evento diffuso che si realizza in 12 regioni d’Italia e in decine cantine, ristoranti, enoteche, musei.

Le Donne del Vino sono protagoniste e aspettano i winelover e soprattutto le winelover per brindare con loro, proponendo un pomeriggio pieno di esperienze e assaggi.
L’evento è a tema “Donne vino e motori”. L’elenco delle iniziative dimostra la creatività femminile. Non per altro le aziende del vino dirette dalle donne sono già come l’intero comparto enologico vorrebbe essere: con una formazione universitaria,indirizzate su vini doc-docg, capaci di esportare una quota maggioritaria del vino, diversificate e attente all’ambiente.

Le Donne del Vino del Piemonte

Le Donne del Vino del Piemonte

In Piemonte ci sono 16 eventi in cantine vitivinicole, enoteche e ristoranti.

ALESSANDRIA
Alemat – Elisabetta Ambrosione (Ponzano Monferrato)
Le braccia “motore di un passato” che ha prodotto ciò che oggi riceviamo come patrimonio Unesco: gli Infernot, le cantine-grotta scavate nel tufo anche per decine di metri sottoterra dichiarate Patrimonio dell’Umanità. Apertura della cantina dalle 14 alle 18.30 con visita all’Infernot e degustazione vini e prodotti tipici. Testimonianze di donne contadine. In anteprima degustazione di Monferace, il Grignolino storico che uscirà nel 2019. A tutti i partecipanti in omaggio una “grissia” di pane monferrino. Info: 340 5004378, info@alemat.it

Enoteca Enoteck House – Elisa Baldizzone (Strevi)
“A tutto Brachetto: motore dell’Acquese e delle donne!”: dalle 14 alle 20 degustazione gratuita no stop di cocktail con il Brachetto d’Acqui docg accompagnati da piccole sfiziosità dolci e salate in collaborazione con il Consorzio tutela Brachetto d’Acqui. Ore 16: Master class gratuita di Brachetto d’Acqui. È gradita la prenotazione. Info: 0144 363504, 347 4902897, info@enoteckhouse.it

Marenco Vini – Patrizia, Michela e Doretta Marenco (Strevi)
Arriva col motore che vuoi: questo l’invito delle sorelle Michela, Patrizia e Doretta Marenco. Dalle 10 alle 18 cantina aperta, degustazioni ed esposizione di trattori d’epoca e moderna“il motore che ci aiuta in vigneto”. Ore 16 brindisi con la Scrapona Moscato d’Asti. Info: 0144 363133, info@marencovini.com

La Scamuzza – Laura Zavattaro (Vignale Monferrato)
Un brindisi in calesse per festeggiare tutte le donne: è l’invito che Laura Zavattaro scegliendo il calesse come “motore” di un tempo. Dalle 14 alle 18, giri in calesse a cura di Luca Zavattaro (Cascina Monticello di Casorzo), visite in cantina, degustazioni di Grignolino, Barbera e bollicine di Grignolino. Laura con le figlie Carlotta e Matilde preparerà “le flufflose”, torte soffici lanciate in un libro di ricette dalla blogger Monica Zacchia e dal suo entourage di bloggalline. Info: 328 5463142, info@lascamuzza.it

Tenuta La Tenaglia – Sabine Ehrmann (Serralunga di Crea)
L’anima e il corpo come motore della vita. Il cammino come simbolo di questo motore. Dalle 11, percorso attraverso i cinque sensi nelle vigne e in cantina: passeggiata lungo i filari della vigna insieme all’agronoma Daniela, percorso emozionale e sensoriale per le antiche cantine della Tenuta.Seguirà una degustazione dei vini Edenrose e Paradiso. Alle ore 17 l’inaugurazione della mostra “I Segni del Cammino” di Maria Grazie Dapuzzo seguito da un aperitivo a buffet. Per tutta la giornata mercatino e la possibilità di ricevere un Tema Natale dall’astrologa Simona. Info: 0142 940252, info@latenaglia.com

Villa Felice – Renata Cellerino (Cassine)
L’iniziativa ha come obiettivo la valorizzazione dei vini Albarossa e Brachetto Passito, dell’enoturismo e del territorio. Gli ospiti raggiungeranno Villa Felice, dove saranno accolti da Renata Cellerino, delegata Le Donne del Vino del Piemonte. Inizierà la giornata con il raduno delle auto d’epoca, seguirà un aperitivo. Tour panoramico con le auto d’epoca e pranzo al ristorante “Tra i Filari” in località Sant’Andrea (menù a 20 euro). Pomeriggio alle Cantine Bosca di Canellicon visita alle Cattedrali Sotterranee. Info: 335-5417576, renatacellerino@libero.it

Vineria Mezzolitro – Monica Moccagatta e Piercarla Negro (Alessandria)
L’aperitivo sarà “pit-stop”, una “sosta durante un lungo viaggio in auto per riposare e rifocillarsi” alla Vineria Mezzolitro di Alessandria, corso Monferrato 49 (angolo via Milano). Per tutto il giorno saranno in meschita numerose etichette delle Donne del Vino del Piemonte: dal Barolo alla Barbera, dal Grignolino al Gavi, dal Brachetto al Moscato. Faranno tappa in vineria le R4 che partecipano alla “Barolo-Gavi: andata e ritorno” organizzata dalle vignaiole Bruna Grimaldi e Francesca Poggio. Le donne del vino Monica Moccagatta e Piercarla Negro propongono anche un pranzo e una cena con prodotti del territorio. Info: 0131 223501, info@mezzolitro.com

ASTI
Braida – Raffaella Bologna (Rocchetta Tanaro)
“Motore di vita – motore di vite” è questa l’interpretazione di Raffella Bologna, Braida. Le donne saranno protagoniste della nascita di un nuovo vigneto nel momento più importante di questa giornata, con l’impianto di una barbatella di Barbera che porterà il nome di chi la sistemerà nella terra. L’appuntamento è alle in via Roma 94, a Rocchetta Tanaro (Asti), a partire dalle 14: porte aperte a enoappassionate e wine lover con un brindisi di benvenuto. Visite guidate della cantina storica e degustazioni (quattro vini, di cui una riserva: 10 euro a persona). Al mattino (ore 10,30) e al pomeriggio (ore 15) si “Cammina la vigna” con il trekking guidato da Cristina Nattino (prenotazione obbligatoria cris@braida.it). Info: 335 1559195, info@braida.it

Carussin – Bruna Ferro (San Marzano Oliveto)
L’azienda vitivinicola e fattoria didattica Carussin di San Marzano Oliveto (Asti) interpretando il tema “Vino, donne, motori” in modo molto personale. Il “motore” è la comunicazione, la partecipazione, il dialogo con tutto ciò che ci circonda: gli uomini e le donne, gli animali, le piante, la natura. Da Carussin e nell’agribirreria Grappolo contro Luppolo, aperta dai figli Luca e Matteo, si proporrà un percorso di comunicazione non verbale in due tempi: il primo sarà, per chi lo vorrà, sperimentare la dolcezza dell’animale asino, antico e affettuoso “motore” nel lavoro contadino, accarezzandolo e porgendogli un po’ di cibo. Il secondo tragitto prevede un percorso attraverso i cinque sensi per scoprire il collegamento che abbiamo con essi. Dalle 14 alle 18. Da Grappolo contro Luppolo, vi sarà la possibilità di rilassarsi con una sfiziosa merenda sinoira accompagnata da un bicchiere di Barbera d’Asti 2015 “Asinoi”. Costo 18 euro. Info: 340 5012637, vinicarussin@gmail.com

Cascina Castlèt – Mariuccia Borio (Costigliole d’Asti)
Vespa, donne e rosé a Cascina Castlèt: degustazioni e visite in barricaia dalle 15 alle 18. L’invito è rivolto alle winelover e ai winelover, in particolare alle donne Vespiste. La cantina è da sempre legata a una vespa Anni 50 di proprietà della famiglia. Una vecchia foto che ritrae Mariuccia Borio bambina con le sue cuginette sulla Vespa è diventata un’etichetta per la Barbera d’Asti e per il rosé. Tutte le donne che arriveranno in Vespa riceveranno in omaggio una bottiglia di Castlètrosé. Il programma della giornata prevede la possibilità di vedere e sedersi sulle due Panchine giganti #rossopassum: una tra i vigneti dell’azienda e l’altra nella splendida località di Bricco Lu. Inoltre, l’associazione Costigliole Cultura propone tutto il pomeriggio visite al castello di Costigliole d’Asti (su appuntamento telefonico 348 1387521). Sotto i portici del Palazzo comunale installazione “Scarpe rosse senza donne”, una distesa di scarpe rosse vuote che rappresentano una marcia silenziosa di donne vittime di femminicidi. La mostra sarà allestita in collaborazione con la Biblioteca di Costigliole e la Biblioteca “Monticone” di Canelli. Alle 21 in teatro, spettacolo di letture tratte dal libro “Ferite a morte” di Serena Dandini. Info e prenotazioni: 0141 966651, info@cascinacastlet.com

Chiarlo – Laura Botto Chiarlo (Castelnuovo Calcea)
La giornata inizierà alle 10. Ospite l’Associazione Produttori del Nizza. Passeggiata tra le vigne e letture della nuova Guida verde del Touring Club. Finita la camminata, brindisi e aperitivo con prodotti locali. Si conclude con Nizza presentazione Monferrato 1050 Eno-incontro. Cuore del progetto è stata l’ideazione e la realizzazione di una serie di percorsi per il nordicwalking e il cicloturismo, che si snodano all’interno del parco Orme su La Court www.lacourt.it. Il progetto è composto da quattro percorsi, disegnati su una mappa appositamente realizzata dall’Associazione Orme su La Court. La mappa illustra le caratteristiche e la lunghezza dei percorsi, la tipologia del terreno sui quali si snodano e il grado di difficoltà dei vari tratti. In questo modo tutti gli appassionati possono trovare la proposta adeguata alla propria forma fisica, godendosi pienamente l’esperienza. I quattro percorsi: La Court a piedi, in bici, comunque uno spettacolo (2 km); Sino alla terrazza degli Ulivi di Castelnuovo Calcea (3 km); Via Romana: dopo i Galli e i Celti, sulle terre dove sorge Castelnuovo Calcea (5 km); Percorso dei due parchi – tra arte e natura (10 km). Info: 3394111938, lb.chiarlo@gmail.com

Silvia Castagnero (Agliano Terme)
Motori da lavoro vs motori da divertimento, vino vs birra: è la “sfida” che vedrà protagonisti sabato 4 marzo nell’azienda vitivinicola Silvia Castagnero di Agliano Terme (At), Luca Sconfienza di Mombercelli, concessionario di trattori e attrezzi agricoli e appassionato di trattori d’epoca (www.sconfienza.it), e Aldo Querio-Giannetto di Colleretto Castelnuovo, nel Canavese, customizzatore di motociclette, rinomato e apprezzato in tutto il mondo e sindaco di Colleretto Castelnuovo (www.aqg.it). Silvia, donna del vino e donna della birra (è titolare del birrificio Edfil), partecipa aiutata dal fratello Giovanni e dal marito Daniele. Cantina e birrificio saranno aperti dalle 14 alle 18. Sono ad Agliano Terme, nell’Astigiano, colline vocate alla produzione di grandi Barbera. Silvia e Daniele sono anche motociclisti convinti: in esposizione ci sarà anche la loro collezione di moto storiche. Per tutto il pomeriggio, si degusta Barbera e gli altri vini dell’azienda, tutti autoctoni, Cortese e Grignolino, e le birre Edfil tra cui quella curiosa prodotta con la canapa. Accanto alla cantina e birrificio, Silvia, Giovanni e Daniele conducono anche l’agriturismo “C’era una volta”: dopo le 18 propongono una merenda sinoria con piatti piemontesi. Info e prenotazioni: 335 6592832, silvia.castagnero@gmail.com

Tenuta Tamburnin – Valeria, Claudia ed Elena Gaidano (Castelnuovo Don Bosco)
L’agricoltura sostenibile e la riscoperta dei vitigni autoctoni sono il “motore” delle colline del Monferrato: è con questo spirito che le tre sorelle di Tenuta Tamburnin, Valeria, Claudia ed Elena, partecipano alla festa nella loro azienda di Castelnuovo Don Bosco, nel Nord Astigiano, paese che diede i natali a San Giovanni Bosco. Cantine storiche aperte dalle 14 alle 18 con possibilità di visita agli infernot, le piccole grotte scavate nella roccia dove si conservava il vino, alla barricaia e degustazioni della prima annata di Albugnano, una piccola doc che porta il nome di un paese dell’Astigiano a 549 metri sul livello del mare, dove storicamente si coltiva e si vinifica il nebbiolo. Si brinda anche con i vini dedicati alle donne di famiglia: Clò Spumante brut Metodo Martinotti dedicato a Claudia, la più giovane delle tre sorelle; La Giulietta Freisa d’Asti Doc vivace dedicato a Giulia , figlia di Elena, ora adolescente: aveva 2 anni quando uscì la prima bottiglia prodotta nel 2003; Le Tre Seuri Freisa d’Asti Doc Superiore: una dedica di papà Piergiorgio alle tre figlie. Info e prenotazioni: 011 9876225, info@tamburnin.it, v.gaidano@tamburnin.it

LANGHE
Cantine Ascheri e Osteria Murivecchi – Cristina e Maria Teresa Ascheri (Bra)
Donne, vino e Harley Davison: così le Cantine Ascheri e l’Osteria Murivecchi festeggiano le donne a Bra. Cristina e Maria Teresa hanno chiesto la collaborazione di Franco Fortunato (Cycledelic Garage) e di Silvio Bonaudi (BomanSrl), entrambi professionisti del settore moto. Da questa alleanza è nato l’aperitivo sull’Harley: l’appuntamento è alle 18. Le due Donne del Vino serviranno un aperitivo con i vini Ascheri (dal Barolo alla Barbera, dal Pelaverga al Dolcetto, dal Roero Arneis al Viognier) e le specialità dell’Osteria. Mentre si degustano i vini, si potranno visitare la cantina e l’esposizione di moto e soddisfare curiosità sulle mitiche Harley. Dal 1994 Cycledelic Garage costruisce, customizza e ripara Harley Davidson. Il cuore pulsante e l’officina è guidata da Franco Fortunato, che da 25 anni lavora con i bicilindrici di Milwaukee, mentre i suoi collaboratori si occupano di uno show room ricco di moto usate, ricambi e abbigliamento nell’ambito custom. Recentemente si è aperta la stretta collaborazione con Silvio Bonaudi titolare della BomanSrl, che ha portato alla realizzazione della Superlightning, un Chopper stile svedese totalmente autoprodotto con particolari e materiali innovativi, vincitore nella categoria Best Chopper alla motor bike Expo di Verona. Info e prenotazioni: 0172 430312, ascheri@ascherivini.it

Bruna Grimaldi – Francesca Poggio de Il Poggio di Gavi (Grinzane Cavour)
Gavi – Barolo, andata con le mitiche R4. È il titolo di una serata in programma sabato 4 marzo a Grinzane Cavour, nelle Langhe del Barolo, nell’ambito della prima Festa nazionale delle Donne del Vino. Alleate due vignaiole: la barolista Bruna Grimaldi ospita un bianco nobile, il Gavi di Francesca Poggio. Nel 2018 Barolo – Gavi il ritorno, Francesca Poggio ricambierà l’ospitalità nella sua tenuta di Rovereto, la zona di produzione d’eccellenza del Gavi. La festa inizia alle 17 quando arriverà nella cantina di Grinzane Cavour la R4 bianca con a bordo il Gavi. In cortile ci sarà ad aspettarla la R4 rosso Barolo e altre vetture, tutte di proprietà degli appassionati e collezionisti Eugenio Piazza e Alfredo Fracchia del Veteran Car Club Bordino di Alessandria. Per tutta la sera, degustazioni di Barolo e di bollicine di Gavi Metodo classico con la sommelier e donna del vino Anna Maria Palamone abbinati ad alcune specialità preparate dalla cuciniera-sommelier e donna del vino Piercarla Negro, contitolare con Monica Moccagatta della vineria Mezzolitro di Alessandria. Risotto al Gavi, formaggi di Langa e “cugnà”. Possibilità di visita alla cantina e alla barricaia dove invecchia il Barolo. Info e prenotazioni: Bruna Grimaldi 329 4923353, vini@grimaldibruna.it; Francesca Poggio 338 3970590 info@ilpoggiodigavi.com

Ettore Germano – Elena Bonelli (Serralunga d’Alba)
Degustazione donne e motori dalle 10,30 alle 18. Mostra fotografica “Il motore della nostra azienda sono le persone”. Esposizione di motori d’epoca e moderni. Per tutto il giorno degustazione a “tutto Nebbiolo”: Spumante Brut Rosé Rosanna, Langhe Nebbiolo, Barolo del Comune di Serralunga, Barolo Prapò, Barolo Cerretta, Barolo Riserva Lazzarito. Info e prenotazioni: 0173 613528, elena@ettoregermano.com

Ufficio stampa:
Fiammetta Mussio
fiammetta.mussio@gmail.com
339 7552481

Scroll