Andrea Battistoni nuovo direttore della Tokyo Philharmonic Orchestra

Categoria: Le Associate/Personaggi
Andrea Battistoni premiato dalle Donne del Vino

Il maestro Andrea Battistoni sarà il nuovo direttore della Tokyo Philharmonic Orchestra: l’Associazione Nazionale le Donne del Vino gli aveva conferito il premio UOMO DELL’ANNO 2012.

Andrea Battistoni è stato nominato nuovo direttore della Tokyo Philharmonic Orchestra, la più antica orchestra sinfonica giapponese che nel 2011 ha celebrato i suoi 100 anni di storia.
Andrea Battistoni, classe 1987, è nato a Verona, e nel 2012 è diventato, a soli 24 anni, il più giovane direttore salito sul podio del Teatro alla Scala di Milano. Nello stesso anno l’Associazione Nazionale le Donne del Vino gli ha conferito il premio UOMO DELL’ANNO 2012.

Andrea Battisoni è Uomo dell'Anno 2012 per le Donne del Vino

Andrea Battisoni è Uomo dell’Anno 2012 per le Donne del Vino

Con la sua attività di direttore d’orchestra ha portato in alto il nome dell’Italia nel panorama artistico internazionale. Va ricordato che il giovane maestro è figlio d’arte in quanto già nipote di Armando Battistoni, famoso attore dialettale e di teatro. La sua carriera è stata tanto fulminea quanto sfolgorante. Iniziata nel 2006 lo ha portato a esibirsi, con le rispettive compagini orchestrali, tra i più importanti teatri del mondo quali il Deutsche Oper di Berlino, la Sala Grande della Filarmonica di San Pietroburgo, la Royal Opera di Stoccolma, la Royal College of Music di Manchester, l’Orchestra dell’Arena di Verona, l’Orchestra del Maggio Fiorentino, il Regio di Parma e il Teatro La Fenice di Venezia.

Artista esuberante ed eclettico, ha iniziato gli studi musicali a sette anni con Petra e Zoltan Szab, proseguendo la propria preparazione al Conservatorio “Dall’Abaco” della sua città, dove ha conseguito il diploma in violoncello. Ha iniziato lo studio della direzione d’orchestra nel 2004, base della sua fulgida carriera. Si è perfezionato poi in Germania con Mickael Fkaksman e, nel 2008, ha conseguito la laurea di Biennio Specialistico.

Nel poco tempo libero Andrea si diletta in cucina e un calice di buon vino non manca mai sulla sua tavola. “Vengo da una famiglia – dichiara- dove solitamente si beveva vino bianco fermo. Ho una predilezione per i distillati, amo sia la grappa che gli amari. Sono anche un appassionato di sigari. Durante la giornata fumo i toscani, ma a casa ho anche dei cubani che riservo per le grandi occasioni. In futuro vorrei approfondire l’arte della degustazione del vino che, come per la musica, è una questione di pratica continua ed appassionata.”

In occasione del premio UOMO DELL’ANNO 2012, conferitogli dall’Associazione Nazionale le Donne del Vino, il giovane direttore ha affermato come il vino sia, da sempre, strettamente connesso alle note musicali. Dalle antiche metope dei templi greci dove il bassorilievo rappresentava il vino versato da un anfora al suono della cetra postavi accanto, via via nei secoli, otri, botti, vasi, calici e coppe sono state spessissimo avvicinate agli strumenti musicali di quel periodo. Vino e note sono un binomio inscindibile di secolare e insuperabile fascino.

Andrea Battistoni direttore d'orchestra e musicista

Andrea Battistoni direttore d’orchestra e musicista

Spirito libero e indomito è forse l’unico direttore d’orchestra che ha un suo gruppo “Andrea Battistoni & the B-Side Trio”. Capace di reinterpretare capolavori del repertorio classico con una ventata di caustica ironia, per poi spaziare su spericolate improvvisazioni jazz e approdare alla follia del teatro dell’assurdo. Un raffinato gioco per sdrammatizzare la musica classica e la musica da camera, rendendole stimolanti, coinvolgenti e accessibili a tutti. Come la musica anche il vino è in grado di regalare piacere ad ogni persona, profondo e sottile all’esperto , semplice e giocoso all’appassionato.

Anna Pesenti e Camilla Guiggi

Comments are closed.

 

#donnedelvino